memoria
Apre il sito della Provincia di Arezzo
Istituto/Museo AttivitÓ Luoghi Protagonisti Memoria Multimediale Libri Link Contatti Credits
Sildo Bimbi

Sildo Bimbi Originario di Siena, dove era nato nel 1921, studente universitario.
All’8 settembre 1943 è militare in Jugoslavia. Con una imbarcazione di fortuna, traversò l’Adriatico fino a Rimini e da qui giunse a Rofelle, in comune di Sestino, paese originario della madre Clementina. A Rofelle si ricongiunse con il fratello Fré-Luigi che, militare a Siena, per evitare l’arruolamento nell’esercito fascista di Salò era fuggito verso l’Appennino ed era giunto a Rofelle.
I due fratelli si aggregano ai partigiani, con i quali compiono azioni di sabotaggio contro tedeschi e fascisti.
Con un’audace azione il loro gruppo attaccò il distaccamento della g.n.r. e nell’azione rimase ucciso il sergente tedesco che li comandava. Dopo quell’azione molti dei 60 giovani arruolati dai repubblichini in quel distaccamento passarono fra le fila dei partigiani.
L’8 luglio 1944 furono casualmente catturati dai tedeschi assieme al carabiniere Fosco Montini, loro cugino e ad altri tre combattenti.
Dopo giorni di tortura 4 i tre legati fra loro venivano condotti di casa in casa per sapere dalla popolazione se erano conosciuti) i tre furono fucilati il 12 luglio, mentre gli altri deportati in Germania.
Fré-Luigi e Sildo vennero sommariamente sepolti dai fucilatori ed i loro corpi furono ritrovati dalla madre tre giorni dopo, ma soltanto a novembre, dopo il passaggio del fronte, poterono essere dissepolti e trasportati al cimitero di Rofelle.