memoria
Apre il sito della Provincia di Arezzo
Istituto/Museo AttivitÓ Luoghi Protagonisti Memoria Multimediale Libri Link Contatti Credits
Lanciotto Ballerini

Lanciotto Ballerini Era nato a Campi Bisenzio (Firenze) nel 1911, sergente maggiore di Fanteria, Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria, caduto in combattimento a Valibona, sui Monti della Calvana (Firenze) il 3 gennaio 1944.
In quella giornata si svolse un durissimo scontro a fuoco fra i partigiani del gruppo garibaldino "Lupi Neri", comandato da Lanciotto Ballerini, che furono attaccati da nutrite forze fasciste di cui facevano parte il battaglione Muti, la banda CaritÓ, reparti della GNR, carabinieri e fascisti di diverse localitÓ della Toscana (tra i 150 e i 200 uomini). I partigiani erano 17 (12 italiani, 2 sovietici, 2 slavi e un capitano inglese.
Nello scontro persero la vita Lanciotto Ballerini e due dei suoi uomini (altri tre rimasero feriti e altri tre ancora risultarono dispersi).
La scelta di ricordarne la figura in queste pagine Ŕ dettata dal fatto che attorno alla figura di Lanciotto Ballerini alcuni degli scampati a questa battaglia costituirono una delle pi¨ attive divisioni partigiane (inizialmente comandata da Renzo Ballerini, fratello di Lanciotto) che si troverÓ ad agire anche nel territorio aretino, nella difesa di Cetica e parteciperÓ alla liberazione di Firenze.